• Welcome to Resource Zone.

Inserimento in dmoz a pagamento

Discussion in 'Italiano' started by rulez88, Aug 11, 2016.

  1. rulez88

    rulez88 New Member

    1
    0
    1
    Aug 11, 2016
    Se lo chiedono in tanti e ciò deriva dal fatto che siete lenti e grippati peggio dei tribunali italiani.
    L'organizzazione lascia a desiderare, mancanza di feedback ed editori in probabile conflitto di interessi.

    Se il problema è la quantità di link che ricevete, perchè non mettete un balzello, tipo 5€ affinchè la segnalazione vada a buon fine?

    Evitereste di ricevere il 60-70% di segnalazioni inutili e perditempo e potreste dedicarvi ad una reale analisi dei siti inviati. Nondimeno gli editori potrebbero intascare qualcosa, magari sottoforma di buoni Amazon e vivere più felici.

    So che non è una soluzione semplice, in un sistema burocratizzato e immobile come quello di dmoz, ma ogni tanto una proposta di rinnovamento in questo sito cadaverico andrebbe anche fatta.

    Saluti.
     
  2. Elper

    Elper Admin RZ Admin

    2,686
    110
    63
    Sep 15, 2004
    Ciao,
    DMOZ è sempre stato un servizio gratuito, e abbiamo intenzione di continuare in questo modo.
    È gestito da volontari non pagati, lavorando verso un obiettivo comune.
    In ogni caso, facendo DMOZ in un servizio "pay per lista" probabilmente non avrebbe l'effetto desiderato.
    :)
     
  3. mauri

    mauri DMOZ Meta Curlie Meta

    4,332
    2
    38
    Mar 29, 2002
    Aggiungo come considerazione che se fosse così facile creare, mantenere e far funzionare una directory a pagamento, qualcuno in Italia (e nel mondo) lo avrebbe già fatto, ci sono le forze e le capacità tecniche.

    Negli anni ci sono stati svariati tentativi, anche da parte di grosse aziende, ma se non sbaglio non ci sono oggi realtà consolidate che forniscono un servizio simile.
     
  4. tonyloco

    tonyloco Editor

    4
    0
    1
    Aug 25, 2016
    Ciao a tutti. Ci sono directory anche rilevanti a pagamento. Ma i costi sono proibitivi. In ogni caso si tende a penalizzare siti che non hanno una propria linea editoriale. Insomma, la qualità è sempre più apprezzata e finalmente molti siti spazzatura stanno sparendo. In ogni caso, farsi pagare per il servizio è contro la filosofia della directory a quanto sembra e i soldi non sempre fanno la qualità.
     

Share This Page